23 luglio 2015

Il processo

Coscienza è un ordine che si forma dal, nel e con il disordine. È un organ-izzazione nuova e superiore che sorge attraverso il contatto dinamico delle parti interdipendenti. È il soggetto di una vita autoreferente che trae la propria forza dall' ordinata organizz-azione degli oggetti che la compongono. Questo soggetto determina la natura degli oggetti e nello stesso momento gli oggetti determinano la natura del soggetto. Un ciclo continuo sempre retroattivo che modifica  costantemente entrambe le realtà.
L' insieme del disordine, in cui ogni cosa ha un suo potere ma senza relazione alcuna, è l' Energia.
L' insieme dell' ordine, in cui alcune cose cedono parte del proprio potere per generare un potere superiore, è la Materia.
La relazione tra Energia e Materia è la Coscienza.
Bisogna ricordarci che queste sono solo parole che cercano di esprimere dei concetti. Ma un concetto può essere chiaro solo nel silenzio. L' uso del linguaggio che si adopera per esprimerlo in verità non fa altro che velarlo. Occorre uno sforzo sincero e continuo.
Proprio per questo possiamo tranquillamante cambiare le parole senza alterare l' idea, e usare per esempio, al posto delle Tre precedenti, quelle di Essere, Esistenza e Vita o Fisico, Astrale e Mentale. O ancora conoscenza, parola e pensiero o addirittura Padre, Figlio e Spirito Santo.
Il concetto rimane invariato, ma osservato da piani differenti: La Coscienza è sempre il rapporto tra l inferiore e il superiore.

Nessun commento:

Posta un commento